È la tv (albanese) a smascherare Frattini

20 ottobre 2011

Come noto, in nessun altro Paese ci sono tanti talk show politici e in nessun’altra galassia dell’universo i politici passano tanto tempo in tv come in Italia. Anche per questo, sempre più spesso, noi telespettatori ci sentiamo più testimoni oculari che pubblico. E quasi sempre testimoni a carico. Prendiamo per esempio il ministro Frattini, che svolge il suo ruolo in un periodo difficilissimo e, nonostante ciò, non lesina figuracce in tv. Come l’altra sera, quando è apparso nei tg per minimizzare la presenza del noto Lavitola al suo fianco durante un vertice con l’Albania. Non potendo più negare, (causa prova fotografica messa gentilmente a disposizione da una giornalista televisiva di Tirana) la partecipazione dell’attuale latitante agli incontri, Frattini ha dichiarato con sussiego e «senza tema di smentite», che, ai tempi, nessuno sapeva chi fosse Lavitola. Ma caspita, è proprio questo l’aspetto più grave della faccenda e cioè la presenza di un oscuro faccendiere all’interno di una delegazione di Stato! Un ministro degli Esteri di qualsiasi altro Paese non governato da Berlusconi lo capirebbe.

Ultimi Post
  • Per la contradizion che nol consente
    29 luglio 2014

    Paola Carinelli, nuova capogruppo alla Camera per il M5s, in uno di quegli spot politici che farciscono i tg, ha dichiarato ieri che l’attuale Parlamento non è abilitato a fare riforme costituzionali. Una dichiarazione che non solo è contraddetta dalla Corte Costituzionale, ma contraddice anche la disponibilità a proporre soluzioni ragionevoli più volte esibita, forse […]

  • Le macerie e quella piccola tregua
    27 luglio 2014

    Dodici ore di tregua sono poca cosa, ma già sapere che nel momento in cui scriviamo nessun bambino di Gaza viene ucciso, fa bene al cuore. Intanto, gli inviati delle varie tv possono tornare a girare per i quartieri bombardati, mostrandoci scene di distruzione che ricordano la seconda guerra mondiale, con gli uomini ridotti a […]

  • Colpo di Stato made in Italy
    26 luglio 2014

    Sommando i colpi di stato denunciati da Berlusconi a quelli rivelati da Grillo, noi italiani abbiamo battuto tutti i record mondiali di resistenza. Il tutto senza riempire gli stadi di oppositori, senza tribunali speciali (a parte quelli minacciati dallo stesso Grillo via Web contro giornalisti antipatici), ma semplicemente facendo finta di niente. Una performance straordinaria, […]

Archivio
Tag