È la tv (albanese) a smascherare Frattini

20 ottobre 2011

Come noto, in nessun altro Paese ci sono tanti talk show politici e in nessun’altra galassia dell’universo i politici passano tanto tempo in tv come in Italia. Anche per questo, sempre più spesso, noi telespettatori ci sentiamo più testimoni oculari che pubblico. E quasi sempre testimoni a carico. Prendiamo per esempio il ministro Frattini, che svolge il suo ruolo in un periodo difficilissimo e, nonostante ciò, non lesina figuracce in tv. Come l’altra sera, quando è apparso nei tg per minimizzare la presenza del noto Lavitola al suo fianco durante un vertice con l’Albania. Non potendo più negare, (causa prova fotografica messa gentilmente a disposizione da una giornalista televisiva di Tirana) la partecipazione dell’attuale latitante agli incontri, Frattini ha dichiarato con sussiego e «senza tema di smentite», che, ai tempi, nessuno sapeva chi fosse Lavitola. Ma caspita, è proprio questo l’aspetto più grave della faccenda e cioè la presenza di un oscuro faccendiere all’interno di una delegazione di Stato! Un ministro degli Esteri di qualsiasi altro Paese non governato da Berlusconi lo capirebbe.

Ultimi Post
  • Se ottanta euro vi sembran pochi
    24 aprile 2014

    Per berluscones e grillini, gli 80 euro in busta paga fino a ieri erano una bugia, oggi sono, come direbbe Totò, una quisquiglia e domani soltanto «una tantum». In più, per Grillo, sono addirittura reato (voto di scambio!). Insomma, per avere rimpolpato le buste paga di dieci milioni di contribuenti (quelli che hanno sopportato finora [...]

  • Millenarismo a 5 stelle
    23 aprile 2014

    In occasione della Giornata della Terra, il tg Leonardo ha fatto un po’ di conti in tasca al pianeta sul quale viviamo, sembra, da circa due milioni di anni. Ma la Terra ne ha qualche miliardo in più e i tempi della nostra Storia documentata sono pochissimi: qualche millennio soltanto. Duemila anni fa, per dire, [...]

  • Campagna elettorale «mostruosa»
    22 aprile 2014

    Se la tv fosse una radio (e in fondo lo è), diremmo che la parola più impressionante sentita nei giorni scorsi è stata: «mostruosa». Così Berlusconi ha definito la sentenza che, in nome del popolo italiano, lo ha condannato a una pena abbastanza dura, da scontare in maniera esageratamente morbida. Avrebbe dovuto soltanto mostrare coscienza [...]

Archivio
Tag